www.zoetis.it  utilizza i cookie per migliorare  la vostra esperienza di navigazione.  Continuando a navigare sul nostro sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Per avere maggiori informazioni sui cookie e sul loro utilizzo vai alla sezione Cookie Policy.

Italia

Ectoparassiti del cane e del gatto

Gli ectoparassiti (parassiti esterni) si nutrono di scaglie cutanee o di sangue degli animali da compagnia e possono provocare un danno diretto a causa della perdita di sangue e dell'irritazione. Numerosi parassiti esterni (ad es., zecche) fungono anche da vettori di gravi malattie sistemiche degli animali da compagnia (ad es., babesiosi, malattia di Lyme, ecc.). Alcune malattie (ad es., acari del genere Sarcoptes) possono essere trasmesse anche all'uomo (ad es., rogna sarcoptica, che è una zoonosi).

Mostra tutto
  • Gli ectoparassiti includono un'ampia gamma di parassiti artropodi, che possono essere dell'ordine degli Acarina (zecche e acari) o della classe degli Insecta (pulci, pidocchi masticatori e succhiatori, zanzare, mosche e flebotomi o pappataci). I sintomi clinici dell'infestazione da ectoparassiti degli animali da compagnia dipendono dalla natura e dalla specie dei parassiti esterni presenti sulla cute dell'animale. I sintomi associati ad alcuni ectoparassiti (pulci, acari, zecche, ecc.) possono includere:

    • grattamento, prurito.
    • strofinamento.
    • mordicchiamento, talmente intenso da causare ferite aperte.
    • perdita di peli.
    • peggioramento della qualità del pelo.

    Quando compaiono questi sintomi, è importante chiedere il consiglio di un veterinario.

    Inoltre, è possibile che l'animale non mostri alcun segno di infestazione da ectoparassiti (ad es., presenza solo di zecche attaccate alla cute). L'unico segno osservabile potrebbe essere la presenza di una zecca sulla cute del cane, che va rimossa rapidamente per evitare il passaggio delle malattie trasmesse da zecche.

    L'animale può presentare anche i sintomi clinici di una malattia sistemica trasmessa da una zecca o da un flebotomo (ad es., babesiosi, ehrlichiosi, leishmaniosi, ecc.). In presenza di sintomi clinici, è importante chiedere il consiglio di un veterinario.

  • Esistono numerosi parassiti esterni del cane e del gatto. Le pulci sono i parassiti esterni più comunemente osservati negli animali da compagnia. Oltre ad essere fastidiosa, l'infestazione da pulci è anche potenzialmente pericolosa sia per gli animali che per i loro proprietari (vedere la sezione sulle pulci).

    Le zecche sono artropodi che succhiano il sangue e che si nutrono sull'animale; a volte, possono trasmettere malattie o, se vengono rimosse in modo incorretto, possono causare un'infezione localizzata.

    Esistono inoltre numerosi tipi di acari che causano la rogna notoedrica, sarcoptica e otodettica, la cheiletiellosi, la trombiculosi e la demodicosi che possono colpire cani e gatti. Alcuni parassiti esterni possono essere trasmessi all'uomo; queste malattie sono delle zoonosi.

    Il sospetto clinico viene confermato mediante diversi esami dermatologici di routine, come l'esame del pelo, lo scotch test con nastro adesivo trasparente e i raschiati cutanei, che vengono eseguiti nella clinica veterinaria.

  • Il trattamento dei parassiti esterni è importante per i motivi riportati di seguito.

    • Possono causare lesioni cutanee.
    • Possono indurre una risposta immunopatologica (dermatite allergica da pulci).
    • Possono trasmettere altri microrganismi che causano malattie (ad es., malattie trasmesse da zecche).
    • Possono essere trasmessi all'uomo (ad es., rogna sarcoptica)
      Possono interferire con il legame tra uomo e animali.
    • Il controllo degli ectoparassiti fa parte del mantenimento della buona salute degli animali.

    Il trattamento degli ectoparassiti dipende dalla natura e dalla specie dei parassiti. Il trattamento necessario per uccidere i parassiti dipende dal tipo di parassita. Se il cane è infestato da zecche, la cosa migliore da fare è portarlo dal veterinario che provvederà a rimuoverle. Il veterinario è in grado di controllare se tutte le parti dell'apparato boccale sono state rimosse. Se queste parti rimangono nella cute, possono causare un'infezione.

  • La prevenzione dell'infestazione da ectoparassiti è il punto più importante. Il modo più semplice per ridurre il rischio di infestazioni da pulci e zecche è utilizzare periodicamente farmaci appositamente realizzati a questo scopo. Questi farmaci permettono un controllo efficace delle infestazioni già presenti e prevengono le infestazioni future. La maggior parte dei farmaci per cani e gatti è disponibile presso il veterinario, che può fornire ulteriori informazioni e consigli sulla salute e il benessere dell'animale, oltre a raccomandazioni su come prevenire le infestazioni causate dai diversi ectoparassiti.