www.zoetis.it  utilizza i cookie per migliorare  la vostra esperienza di navigazione.  Continuando a navigare sul nostro sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Per avere maggiori informazioni sui cookie e sul loro utilizzo vai alla sezione Cookie Policy.

Italia

Clostridi

Blackleg, carbonchio sintomatico, enterotossiemia, edema maligno, tetano, botulismo

Le malattie da clostridi sono provocate dalle tossine prodotte dai clostridi. Hanno spesso esito letale e colpiscono i bovini in modo spesso improvviso, causando talvolta la morte ancor prima che compaiano i sintomi clinici.. I batteri che causano queste malattie creano spore molto resistenti che sono presenti ovunque nell'ambiente e che possono essere ingerite facilmente dai bovini al pascolo o penetrare nell'organismo attraverso una ferita. 

Mostra tutto
  • Le malattie da clostridi sono causate da batteri del genere Clostridium.

    • I clostridi sono ubiquitari nell'ambiente e normalmente sono presenti nel terreno e nelle feci. Formano spore estremamente resistenti in grado di sopravvivere nell'ambiente per periodi di tempo molto lunghi.
    • Inoltre, sono presenti nel tratto gastrointestinale e, sottoforma di spore, nei tessuti degli animali sani.

    N on tutte le specie di clostridi causano una malattia; quando si sviluppa una malattia, però, di solito è fatale.
    Le specie di Clostridium includono:

    • Cl. septicum (edema maligno).
    • Cl. chauvoei (blackleg).
    • Cl. sordellii (enterotossiemia).
    • Cl. haemolyticum (pulpey kidney).
    • Cl. novyi (carbonchio sintomatico).
    • Cl. perfringens tipi A, B, C e D (enterotossiemia).
    • Cl. tetani (tetano).
    • Cl. botulinum (botulismo).

    Spesso vengono colpiti animali sani senza sintomi conclamati della malattia.
    I fattori che contribuiscono all'infezione hanno un ruolo importantissimo nell'insorgenza della malattia:
     

    • Traumi o procedure invasive come interventi chirurgici, parti o ferite penetranti che creano un'occasione per questi batteri di invadere l'organismo e rilasciare tossine.
    • Improvvise variazioni della dieta, iperalimentazione, acidosi acuta.
  • I sintomi clinici possono variare, a seconda del tipo di batterio:

    • Morte improvvisa in animali apparentemente sani.
    • Letargia o depressione; la morte avviene entro 6–24 ore.
    • Febbre elevata.
    • Mancanza di appetito.
    • Tumefazioni a livello di anca o spalla, con sensazione di crepitio alla pressione.
    • Zoppia acuta.
    • Zoppia localizzata.
    • Spasmi muscolari.
    • Urina di colore rosso scuro.
  • La diagnosi può essere effettuata in base ai sintomi clinici e all'epidemiologia, ma per raggiungere una diagnosi definitiva può essere necessaria una conferma mediante esame autoptico ed esami di laboratorio. 

  • La vaccinazione è una strategia sicura, economica e affidabile per prevenire la malattia da clostridi. Sono disponibili diverse combinazioni di vaccini contro i clostridi per proteggere gli animali da questi micidiali batteri.

  • L'infezione da clostridi progredisce così rapidamente che è possibile solo raramente trattare la malattia mediante antibiotici. In alcuni casi, è possibile utilizzare delle antitossine come ausilio terapeutico.

  • Poiché la malattia da clostridi colpisce frequentemente i vitelli più sani e a crescita più rapida e i bovini adulti a produzione più elevata, l'impatto economico può essere devastante.
    La blackleg o le altre malattie da clostridi possono rovinare l'investimento fatto per una promettente manza o per una bovina adulta e affidabile.